Ricerca, innovazione e sviluppo tecnologico in ambito domestico
Creation Date: 2011
Via Lamberto Corsi 55
60044 Fabriano (AN)
Phone: +39.0732 664611
Fax: +39. 0732 668301

Homelab è un Consorzio italiano di ricerca sulla domotica istituito nell’Aprile del 2011. Nasce dalla volontà di fare sistema degli otto soci fondatori, imprese ed enti leader del settore domestico: Ariston Thermo, Gruppo Elica, Indesit Company, Loccioni, MR&D Institute, Spes, Teuco-Guzzini e Università Politecnica delle Marche. A Gennaio 2012, entra a far parte del Consorzio BTICINO, società Italiana del Gruppo francese LEGRAND leader nei sistemi domotici per la casa, confermando la validità dell’iniziativa, nata a livello regionale ma con prospettiva di essere un punto di riferimento a livello Nazionale ed Europeo. Il Consorzio è presieduto da Andrea Merloni. Scopo del consorzio è la definizione di standard di comunicazione ed interoperatività tra i vari prodotti e servizi all’interno della casa con obiettivi di efficienza energetica e migliori prestazioni, lo studio e l’implementazione di sensori e di tecnologie in grado di migliorare la qualità e la funzionalità degli ambienti domestici. I temi della ricerca sono l’integrazione di sistemi di risparmio energetico, il monitoraggio e controllo remoto di apparecchi e sistemi, la micro generazione e il micro consumo di energia, le Smart Grid e Local Smart Grid, la misura e il controllo della qualità ambientale domestica (aria, temperatura, illuminazione, acqua, etc.), la sensoristica, i sistemi integrati di controllo e automazione domestica, i protocolli di comunicazione “smart” e l’adattamento e l’implementazione di tecnologie e sistemi terzi. Il modello organizzativo si basa sulla “open innovation” con la condivisione di obiettivi e visione strategica, mettendo a sistema le singole competenze ed eccellenze con effetto moltiplicatore sui risultati della ricerca. Il consorzio si prefigge di funzionare anche come “abilitatore tecnologico” nei confronti delle imprese che operano con prodotti e servizi all’interno dell’abitazione, mettendo loro a disposizione un network di primissimo livello costituito da Università, centri di ricerca e fonti tecnologiche internazionali.